Finale Nazionale Under 15 Maschile 2014

TREVISO » CAMPIONE DíITALIA

TREVISO È CAMPIONE D’ITALIA
 
È calato il sipario sulla finale nazionale del campionato italiano under 15 maschile Crai. Il Volley Treviso si è laureato oggi per la quarta volta nella sua storia, campione d’Italia nella categoria “di mezzo” riuscendo a superare nell’accesa finale tutta veneta il VTV Personal Time Venezia.
Un 3-0 però bugiardo perché i ragazzi di San Donà avrebbero meritato qualcosa di più. In avvio di gara, dopo le prime scaramucce, i trevigiani impostano subito il loro ritmo forti di un servizio più efficace e maggiori doti fisiche che sin son fatte valere soprattutto a muro. 7-3, 16-6, 21-10 con doppio ace di capitan Sperotto ed il set va in archivio per 25-14. La musica non cambia nei primi punti del secondo (4-0) poi i gialloverdi Tommaso Carlesso e Simone Dalla Nora prendono in mano la squadra e pescano il pareggio a 12. La sfida accende il pubblico con le due tifoserie venete a seguire le loro compagini. Il San Donà sfruttando i pasticci difensivi degli avversari, prova la fuga (13-17) ma al rientro in campo dopo il tempo di coach Martin, è di nuovo parità (20-20). Due muri ed un attacco out danno agli orogranata il 23-20 che diventa 25-23 con l’ace pescato da Sperotto. Nel terzo il Personal Time crolla di testa aprendo così le porte ai trevigiani che senza troppo faticare (5-2, 11-5, 17-7, 21-9 e 25-20) fanno loro lo Scudetto under 15.
Nella finale per il terzo posto che di fatto ha inaugurato la mattinata del Pala Collodi, i marchigiani della Lube Banca Marche son riusciti a superare il Volano Trento dopo un bell’incontro. Sono i trentini infatti che partono subito con la marcia più alta nel primo set (14-9, 21-17, 25-22) ma da secondo spariscono dal campo lasciando via libera ai marchigiani trascinati dai centimetri di Diego Cantagalli (figlio di Luca Bazooka) e dal regista e capitano Francesco Recine (figlio di Stefano). 25-12, 25-19 e 25-21 e la Lube si guadagna il terzo posto.
In parallelo al Polisportivo, il Diavoli Rosa Brugherio hanno conquistato la quinta piazza superando 3-1 (25-16, 25-20, 15-25 e 25-18) il Plafin Volley Foggia. Settimo posto invece per il Planet Volley vincente alla Da Schio per 3-0 sui campioni d’Italia uscenti del Volley Segrate 1978 (25-23, 25-11, 25-19).
Emozionante la cerimonia di chiusura, con la sfilata e premiazione di tutte le 16 formazioni protagoniste della fase finale, nella nuova formula scelta dalla Fipav e sperimentata per la prima volta quest’anno.
A consegnare i tanti premi e medaglie a tutti i protagonisti erano presenti il consigliere federale Adriano Bilato, il presidente Fipav Veneto Roberto Maso, il presidente della Fipav Vicenza e del COL Davide De Meo, il sindaco di Montecchio Maggiore Milena Cecchetto accompagnata dal suo vice Gianluca Peripolli, il sindaco di Brendola Renato Ceron ed Ezio Bavaresco in rappresentanza di CRAI, title sponsor delle finali nazionali giovanili Fipav.
Un’apparizione l’hanno fatta anche tre leggende della “generazione di fenomeni”: Stefano Recine, Luca Cantagalli e Paolo Merlo con i primi due appassionati spettatori dei loro figli, chiamati al termine della cerimonia a consegnare a Luca Sperotto, regista e capitano del Treviso, il premio MVP della finalissima.
 
Questa la classifica finale:
 
1° VOLLEY TREVISO
2° VTC Personal Time Venezia
3° Lube Banca Marche Mc
4° Volano Volley
5° Diavoli Rosa Brugerio
6° Plafin Volley Foggia
7° Planet Volley
8° Volley Segrate 1978
9° Volley Santa Monica 
10° Bre Lannutti Cuneo
11° G.S. Arti e Mestieri
12° Modena Volley Punto Zero 
13° Sogesal Gupe Catania
14° Cortona Volley 
15° Ecoross Pall. Rossano
16° Gs Olimpica Avellino 

<< Torna all'archivio